0444 697654 (dal Lun al Ven. 8.00 / 12.00 - 13.30 / 17.30)

Un terreno in dissesto, che sembrava ormai irrecuperabile. Quando ci si trova a fare i conti con una situazione del genere, e con la mancanza di tempo, è difficile trovare una soluzione. Uno degli ultimi incarichi affidati a Cooperativa Sociale 81, però, ci offre uno spunto interessante.

Una scarpata da sistemare

A spiegare l’intervento è Anna Maraschin, responsabile tecnico del nostro settore verde, che ha supervisionato i lavori. «A settembre siamo stati contattati da una signora di Arzignano – spiega -, scontenta della cattiva condizione di una scarpata del suo giardino. Si trattava di un terreno che andava oltre i 45 gradi di pendenza, ricoperto da una vegetazione abbastanza vetusta. Per la verità erano già stati effettuati da terzi alcuni interventi, attraverso la costruzione di muretti, che però nel tempo stavano cedendo. Di fatto, la scarpata si stava dissestando completamente, senza contare che la proprietaria non aveva tempo da dedicare per la manutenzione. Serviva una soluzione adeguata e mirata e così noi di Coop 81 abbiamo pensato al bambù».

Pronti, via! I lavori di sistemazione

Inquadrato il problema, gli addetti di Cooperativa Sociale 81 si sono immediatamente messi al lavoro. «Il primo intervento ha riguardato la messa a nudo dell’intera scarpata – prosegue Anna Maraschin -, andando a recuperare le piante migliori e costruendo nuovi muretti. A quel punto, la scarpata è stata preparata per la messa a dimora di bio cuscini, che richiedono il livellamento del terreno e la stesura di un telo apposito in mater b. Il lavoro è stato eseguito con cura, partendo dalla base e risalendo. I cuscini sono stati fissati con una rete, per dare la massima aderenza. In questo modo è stata ricoperta tutta la scarpata e, infine, è stato messo a punto l’impianto di irrigazione: ora stiamo attendendo l’attecchimento».

Una soluzione per tre problemi

Così, in poco tempo, Cooperativa Sociale 81 è riuscita a fornire una soluzione a diversi aspetti. «I lavori sono durati in tutto poco meno di una settimana – conclude la nostra responsabile -: due giorni e mezzo per la sistemazione della scarpata e poco meno di due per posare i cuscini». L’intervento va sicuramente a rispondere all’esigenza di consolidare la scarpata, in quanto gli apparati radicali delle piantine di bambù creano un “materasso” che riesce ad aumentare la tenuta del terreno. Le piante di bambù hanno inoltre un valore estetico, in quanto rinverdiscono la scarpata con uniformità, con altezze che variano dai 20/30 cm fino a 60 cm: parliamo, infatti, di una pianta sempreverde, che garantisce colore tutti i mesi dell’anno. Infine, c’è un terzo aspetto vantaggioso: è una pianta che non richiede costante manutenzione e, a seconda delle esigenze, può essere rasata periodicamente senza bisogno di ulteriori cure.